Ninne nanne dialettali
FILASTROCCHE .ORG
HOME PAGE
FILASTROC. DIALETTALI
INDOVINELLI
CONTE
SCIOGLILINGUE
NINNE NANNE
NINNE NANNE DIALETTALI
CANZONI POPOLARI
GIROTONDO
Ninne nanne dialettali

El vegnerà 'l papà (Lombardia)
El vegnerà 'l papà el porta a cà 'l cocò. Fà la nana bel pùpò, fà la nana un pu ‘ncamò.
Fà la nana bel pùpò, fà la nana un pu ‘ncamò. Fà la nana, fà la nana, fà la nana bel pùpò.
L’alter di sun ‘ndà al mercà, i bumbum si ù cumprà. U’ cumprà d’un tambùrin per fà passà 'l magun.
Fà la nana bel pùpò, fà la nana un pu ‘ncamò. Fà la nana, fà la nana, fà la nana bel pùpò.
(Traduzione)
Verrà il papà, porterà a casa il regalo. Fai la nanna bel bambino, fai la nanna ancora un poco. L’altro giorno sono andata al mercato, i dolci ho comprato. Ho comprato un tamburone per far passare il magone. Fai la nanna bel bambino...

Fa ninin (Piemonte)
Fa ninin o fa ninana e cuntenta la tò mama; se la to nona la savis in t'la cuna dora at metaris.
Fa ninin o fa ninana, o fa ‘l sugnin, cuntenta la tò mama; se la tò mama la sarà cuntenta, o fiulina fa ‘l sugnin che t’indormenta.
(Traduzione)
Fà la ninna o fà la nanna e accontenta la tua mamma; se la tua nonna lo sapesse in una culla d’oro ti metterebbe.
Fà la ninna o fà la nanna, o fà un sonnellino, accontenta la tua mamma; se la tua mamma sarà contenta, o bambina fà il sonnellino che ti addormenta.

Fà a nannà (Liguria)
Fà a nannà, puppun de pessa, chè teu muae a l’è andaeta a messa e teu puae a pagà a pigiun, fànni a nanna, bellu puppun.
Ninna nanna, na, ninna nanna, na.
Ninna nanna, corbettina, chi te fascia, chi te ninna, chi te porta a passegià, che ti tegne a fà a nannà.
Ninna nanna, na, ninna nanna, na.
San Gaitan, mandaeighe o seunno chè o figgieu o n’ha de bezeugno, San Gaitan o gh’òu mandià e mae figgiu ou s’addormià.
Ninna nanna, na, ninna nanna, na.
(Traduzione)
Fai la nanna, bambino di pezza, perchè la tua mamma e andata alla messa e il tuo papà è andato a pagare la pigione, fai la nanna, bel bambino...
Ninna nanna, panierina, chi ti fascia, chi ti ninna, chi ti porta a passeggiare, chi tl tiene a fare la nanna...
San Gaetano, mandategli il sonno perché il bambino ne ha bisogno. San Gaetano glielo manderà e mio figlio si addormenterà.

Fà la nanna, bambin (Venezia Giulia)
Fà la nanna, bambin, fà la nina bel putin. Fà la nina, fà la nana nei braseti de la mamma.
La tua mama xè qua, el papà el tornerà. Fà la nina, fà la nana nei braseti de la mama.
E se lu no ‘l tornarà la tua mama pianzarà, ma ‘l bambino no ‘l vedarà perché nan lu 'l farà.
(Traduzione)
Fai la nanna, bambino fai la nanna bel puttino. Fai la nanna, fai la nanna nelle braccia della mamma.
La tua mamma è qua, il papa tornerà... E se lui non tornerà la tua mammina piangerà, ma il bambino non la vedrà perché farà la nanna.

Bel popin (Trentino-Alto Adige)
Nina nana bel popin pien de caca e de pissìn fa la nana sul cossìn su 'n tè 'l prà de me cosìn.
Mè cos’in no ‘l vol che bala perché è mort la sò cavala perche’ è mort el so bobò per dispeto balerò.
(Traduzione)
Ninna nanna bel bamboccio pieno di cacca e di pipì, fai la nanna sopra il cuscino su nel prato di mio cugino.
Mio cugino non vuole che io balli perché la sua cavalla è morta perché è morto il suo bove e io ballerò per dispetto.


Ninòn cuncheta (Emilia)
Ninòn cuncheta la mama la vin da mesa, coi suoi titini pini da der ai su putini.
I putini i fan la caca, e la mama la i sculaza. Papà al gh' dà al bumbòn, e la nona la cus i cuncòn.
(Traduzione)
Ninòn cuncheta, la mamma torna dalla messa, con il seno pieno di latte per i suoi bambini. I bambini fanno la cacca e la mamma li sculaccia. Il papà dà loro una caramella e la nonna cuoce le frittelle.

Ninna nanna sette e venti (Toscana)
Ninna nanna sette e venti, il bambino s’addormenti, s’addormenta e fa un bel sonno e si sveglia domani a giorno.
Con ‘sti figli ‘un c’è più pace, la pappetta non gli piace. Che pazienza che ci vo, bello il ciotto e la mamma no.
Mamma ieri, mamma ieri, e le sporte ‘un son panieri, e panieri ‘un son sporte e la vita non è la morte.
E la morte ‘un è la vita, la canzone gli è già finita. E la morte ‘un è la vita, la canzone gli è già finita.

Nanna tidoletto (Umbria)
Ninna nanna tidoletto, l’arverrà papà de Roma, ar porterà un ciuffoletto, fà la nanna tidoletto.
Ninna nanna tidoletto, l’arverrà papà de Roma, ar porterà un uccelletto, fà la nanna tidoletto.
Ninna nanna tidoletto, l’arverrà papà de Roma, ar porterà un coniglietto, fà la nanna tidoletto.
(Traduzione)
Ninna nanna tesoretto, tornerà il papà da Roma, / porterà uno zufoletto, fai la nanna, tesoretto...

Fatte la nanna (Marche)
Fatte la nanna lu coccu della mamma chè vinutu lu vabbu tò t’ha rrecato lu spassapensè fatte la nanna lu ciunciuru mè.
Ciunciuru mè fatte la nanna ch'è vinutu lu vabbu tò t’ha rrecato lu spassapensè fatte la nanna lu ciunciuru mè!
(Traduzione)
Fai la nanna cocco di mamma perchè è venuto il babbo e ti ha portavo lo scaccia pensieri fai la nanna ciunciuru mio. Fai la nanna ciunciuru mio perché è venuto il babbo e ti ha portato lo scacciapensieri fai la nanna...

Fà la ninna ninnarella (Abruzzo)
Fà la ninna ninnarella, ninnarela belle bè. A stu fijie, Madonna rnè, fajie sunnà lu paradise ‘nghe tutte l’angelille attorne.
Sonne ‘ngannatore, fà durmì ‘stu fihie mè. A ‘sto fijie fà lu segne de la croce. E pozza cresce forte e belle e virtuose.
(Traduzione)
Fai la ninna ninnarella, ninnarella bella bè.. A questo figlio, Madonna mia, fai sognare il paradiso con tutti gli angioletti intorno. Sonno ingannatore, fai dormire questo figlio mio. A questo figlio fai il segno della croce. Perché possa crescere forte e bello e virtuoso.

Ninna la nonna (Molise)
Ninna la nonna, ninna la nonna, addormiti mammà, ca si no ti mazzai.
Ninna la cianna, ninna la paia addormiti ca la mamma ti mazzaia.
Ninna la nonna, ninna la nonna addormiti lu citile mje, ca si no la mamma tiia ti mena.
Lu citile mje fatti lu suonne ca ti si pirdute, si ti lì pirdute, vattile truvenne, a li chianure di San Giuvanne.
Ninnalanella, lu citile mje ha pirdute lu suonne.
(Traduzione)
Ninna nanna, ninna nanna, dormi per la mamma, altrimenti ti ammazzano. Ninna la culla, ninna la paqlia dormi altrimenti la mamma ti picchia.
Ninna nanna, ninna nanna dormi bambino mio altrimenti la mamma ti batte. Bambino mio fai il sonno che hai perduto, e se l’hai perduto, vallo a trovare nella piana di San Giovanni, Ninnarella, il bambino mio ha perso il sonno.

Fà la ninna (Lazio)
Fà la ninna, fà la nanna tesoruccio della mamma, de la mamma e del papà, che stasera tornerà, tornerà per lo stradello del vicino campicello, tornerà col giocarello che il compare e la comare t’han voluto regalare.
Fà la nanna, core de mamma, de la mamma e del papà, fà la ninna, fà la nanna.

Nunnarella (Campania)
Nonna, nonna, e fa la nonna e fa la nunnarella cà o lupo s'ha mangiat' 'a pecurella.
E pecurella mia comme farraje quanno ‘mmocca a lu lupo te truvarraje?
E pecurella mia comme faciste quanno ‘mmocca a lu lupo te veriste?
E pecurella mia comme campaste quanno ‘mmocca a lu lupo te truvaste?
(Traduzione)
Ninna, nanna, e fai la ninna e fai la nannarella, perchè il lupo si è mangiato la pecorella. E pecorella mia come farai quando in bocca al lupo ti troverai?
E pecorella mia come hai fatto quando in bocca al lupo ti trovasti? E pecorella mia come sei campata quando in bocca al lupo ti sei trovata?

Ninna de la ninna (Puglia)
Je ninna de la ninna, ninna nanne, je la puccenenna mee, e la puccenenna mee, vo fe la nanna.
Quindi sò belli l’occhie e lle capille, la canna d’oro e lu, la canna d’oro e lu gendilu petto.
Je ninna de la ninna, ninna vole, li campanella di, li campanella di Sande Nicola.
Sande Nicola mee vintil’a pigghie, je fammilla bene tu, je fammilla bene tu pe ‘l fa dummille.
(Traduzione)
E ninna della ninna, ninna nanna, e la piccolina mia... e la piccolina vuoi fare la nanna.
Quanto sono belli gli occhi e i capelli, il collo d’oro e il gentile petto.
E ninna della ninna, ninna vuole, i campanelli di San Nicola. San Nicola mio vientela a prendere, e falle del bene tu e falle del bene tu per farla addormentare.

O ninna nanna (Basilicata)
O ninna nanna, ninna ninnaredda, lu dupu s’ha magnà la pecuredda. O pecuredda mia, cume facisti quanne mmocca a lu dupu te vedisti’?
O pecuredda mia, cume streddasti quanne mmocca a lu dupu te truvasti?
Dimme palomma a ddò te fai la tana? Sotti ‘na boffa di menta rumana. Dimme palomma a ddò te fai lu nidu? Sotti ‘na boffa de pterusì.
(Traduzione)
O ninna nanna, ninna ninnarella, il lupo se mangiata la pecorella. O pecorella mia, come facesti quando in bocca al lupo ti vedesti?
O pecorella mia come strillasti quando in bocca al lupo ti trovasti? Dimmi colomba dove ti fai la tana? Sotto una pianta di menta romana. Dimmi palomba dove ti fai il nido? Sotto una pianta di prezzemolo.

Dormi dormi (Calabria)
Dormi, dormi, dormi Tommaso meu, dormi contentu ca chista è l'ura chisto è lu momentu, e veni, sonnu, veni, pigghiatillu a ‘stu figghiolo meu piccirillu.
(Traduzione)
Dormi, dormi, dormi Tommaso mio, dprmi contento che questa è l’ora, questo è il momento, e vieni, sonno, vieni, prenditelo questo figlio mio piccolino.

Er alavò, er alavò (Sicilia)
Er alavò, er alavò e ora veni lu tata tò, alavò, e ti porta, alavò, sita ’ncarnata, alavò, p'arricamariti la facciata, alavò.
Er alavò, Sant’Antoninu, alavò, mittiticillu bonu lu cuscinu, alavò, er alvò, San Franciscu di Paula, alavò, purtativillu a la vostra tavula, alavò.
Ci rati a manciari, alavò, lu pani e lu pisci, alavò, forsi lu picciriddu s’addurmisci, alavò.
(Traduzione)
Er alavò, er alavò, e ora viene il papà tuo, e ti porta seta rosa per ricamarti la tendina (della culla)...
Sant’Antonino, metteteglielo bene, il cuscino, San Francesco di Paola, portatevelo alla vostra tavola. Dategli da mangiare pane e pesce, forse il bambino si addormenta.

Dormi filla cara (Sardegna)
O a ninnia ninnia, dormi filla cara a arreposa ninnia,o a ninnia ninnia!
O a ninnia ninnia, non porta cirittu in tempus de vrittu o a ninnia.
O a ninnia ninnia, custu pizzineddu non porta manteddu, o a ninnia ninnia
No nara tittia, dormi, vida, ninnia, e arreposa, ninnia, e arreposa, ninnia.
(Traduzione)
O ninna nanna! Dormi figlia cara e riposa, ninna... Questo bambino no, non porta mantello.. Non porta corsetto in tempo di freddo.. Non dice che ha freddo, dormi vita, ninna, e riposa, ninna...




Filastrocche.org vietata la copia parziale e totale