Scioglilingue
FILASTROCCHE .ORG
HOME PAGE
FILASTROC. DIALETTALI
INDOVINELLI
CONTE
SCIOGLILINGUE
NINNE NANNE
NINNE NANNE DIALETTALI
CANZONI POPOLARI
GIROTONDO
Scioglilingue
L’aglio
Sul tagliere l’aglio taglia, non tagliare la tovaglia, la tovaglia non è aglio, se la tagli fai uno sbaglio.

Trentatrè trentitini
Trentatrè trentitini andarono a Trento tutti e trentatrè trotterellando.

Apelle figlio di Apollo
Apelle figlio di Apollo fece una palla di pelle di pollo; tutti i pesci vennero a galla per vedere la palla di pelle di pollo fatta da Apelle figlio di Apollo.

Sopra la panca
Sopra la panca la capra canpa sotto la panca la capra crepa.

Il mondo è fatto a scale
Il mondo è fatto a scale chi le scende e chi le sale chi le scende troppo in fretta si sciupa la scarpetta la scarpa ha il laccio sciolto lo scialle scalda molto lo scialle non è sciarpa la sciarpa non è scarpa il furbo non è sciocco tira il laccio è sciolto il fiocco.

Stracciatoppe
E' passato lo stracciatoppe e non m’ha stracciatoppato. Quando ripasserà mi stracciatopperà.

Sereno
Sereno è seren sarà non sarà seren si rasserenerà.

Pietro Paolo Panza
Pietro Paolo Panza pittore poco pratico promise pinger Paride per puro poco prezzo.
Poi partì per Porto Padova, propria patria. poi perì per pura povertà.

Sopra un monte
Sopra un ripito stipito monte stava un ripito stipito uccello, col suo ripito stipito becco se lo ripitistipitucciava.

Il Papa pesa
Il Papa pesa e pesta il pepe a Pisa e Pisa pesa e pesta il pepe al Papa.

Sul campanil
Sul campanil d’Antroccoli c'è una biribaula con trecento biribaulini; se la biribaula muore chi sbiribaulinerà i trecentobiribaulini?

Messer Pazzino
Al pozzo di Messer Pazzino dè Pazzi lavava una pazza le pezze cò pizzi, venne Messer Pazzino dè Pazzi, prese la pazza, le pezze e i pizzi e gettolli nel pozzo che puzza.

Tre tozzi
Tre tozzi di pan secco che in tre strette tasche stanno.

L'arcivescovo di Costantinopoli
Se l'arcivescovo di Costantinopoli si disarcivescoviscostantinopolizzasse, vi disarcivescoviscostantinopolizzereste voi?

Pane e biscotti
Buono, il pane di frumento sfornato in quel momento. E buoni anche i biscotti, cotti, tricotti e stracotti: crocchiano e cricchiano, in bocca scricchiolano, hanno un sapore che non ti dico se li dividi con un amico.

Chi in alto sal
Chi troppo in alto sal cade sovente precipitevolissimevolmente.

L'esca
Invan si pesca se l’amo non ha l’esca, se l'amo non ha l’esca, invan si pesca.

Padre e figlio
Son padre di un figlio ch’è privo di padre, perché non ha figli colui che lo fè...

Porta aperta
Porta aperta per chi porta, chi non porta, parta pur, che non importa aprir la porta, parta, parta, parta pur!

Pier Paolo
Pier Paolo pittor pinse palle e palline per poco prezzo per poi provar poco piacere nel pranzar.

Anton Tonti
Anton Tonti dottant’anni fece un Sant’Anton tant’alto di carta turchina intinta tutt’unta.

La rana
Una rana nera e rara sull'arena errò una sera.

Treno
Treno troppo stretto e troppo stracco stracca stracca troppi storpi e storpia troppo.

Chi seme
Chi seme di senapa secca semina, sempre seme di senapa secca raccoglie.

Un luccio
Un luccio sotto un leccio luccicava alla luce di un leccio; o leccio leccio, ti cura del luccio che lucido luccica sotto di te?

La gamba e la binda
Prendi la gamba medica la binda, prendi la binda medica la gamba.

Vecchia inecchia buffecchia
C’era una volta una vecchia inecchia buffecchia tirimbussoli fatta a filumecchia, c’era una volta una vecchia, che fece una torta inorta bufforta tirimbussoli fatta a filumorta, che fece una torta e la portò al fornaro inaro burraro tirimbussoli fatto a filumaro, e la portò al fornaro.
“Oh, fornaro inaro buffaro tirimbussoli fatto a filumaro, oh fornaro, mi cuocete questa torta inorta bufforta tirimbussoli fatta a filumorta? Mi cuocete questa torta?
Quando la torta fu cotta inotta buffotta tirimbussoli fatta a filumotta, quando la torta fu cotta, il fornaro si leccò i baffi inaffi buffaffi tirimbussoli fatti a filumaffi, si leccò i baffi e se la mangiò tutta inutta buffutta tirimbussoli fatta a filumutta, e se la mangiò tutta.
Il giorno seguente inente buffente tirimbussoli fatto a filumente, il giorno seguente disse la vecchia inecchia buffecchia tirimbussoli fatta a filumecchia, disse la vecchia:
“Chi ha preso la mia torta inorta bufforta tirimbussoli fatta a filumorta? Chi ha preso la mia torta?
Rispose il fornaro inaro buffaro tirimbussoli fatto a filumaro, rispose il fornaro: “Saranno stati i topari inari buffari tirimbussoli fatti a filumari, saranno stati i topari”.
La vecchia fece un’altra torta morta bufforta tirimbussoli fatta a filumorta, la vecchia fece un’altra torta e la portò al fornaro inaro buffaro tirimbussoli fatto a filumaro, e la portò al fornaro.
Disse la vecchia inecchia buffecchia tirimbussoli fatta a filumecchia, disse la vecchia:
“Oh fornaro inaro buffaro tirimbussoli fatto a filumaro, oh fornaro, mi cuocete questa torta morta bufforta tirimbussoli fatta a filumorta? Mi cuocete questa torta?”
Quando la torta fu cotta inotta buffotta tirimbussoli fatta a filumotta, quando la torta fu cotta, il fornaro si leccò i baffi inaffi buffaffi tirimbussoli fatti a filumaffi, il fornaro si leccò i baffi e la torta si mangiò tutta inutta buffutta tirimbussoli fatta a filumutta, e la torta si mangiò tutta.
Ma questa volta la torta inorta bufforta tirimbussoli fatta a filumorta, ma questa volta la torta era piena di sassi massi buffassi tirimbussoli fatti a filumassi, era piena di sassi.




Filastrocche.org vietata la copia parziale e totale